Chirurgia guidata in implantologia: cos’è e perché scegliere Implant 3D

24 Agosto 2020
24 Agosto 2020 Stefano Spinelli

Guida per odontoiatri: ecco perché affidarsi alla chirurgia guidata in implantologia

Desideri perfezionare il tuo lavoro con un metodo che permette di pianificare gli interventi in modo semplice e con minor invasività per il paziente? Allora avrai sicuramente già sentito parlare della chirurgia guidata in implantologia e dei suoi vantaggi. 

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta, come funziona e quale software scegliere.

Cos’è l’implantologia guidata?

La chirurgia guidata in implantologia, che possiamo definire anche implantologia digitale, è un metodo che permette di inserire gli impianti dentali dopo aver pianificato il caso clinico e l’intervento chirurgico, attraverso un’elaborazione virtuale.

 Nello specifico è possibile determinare con precisione:

  • Condizioni ossee del paziente
  • Inclinazione, posizione, numero, tipo e sede corretta degli impianti dentali

L’elaborazione tramite il software avviene in 3D e consente di programmare nei minimi dettagli l’intervento, svolgendo così una procedura confortevole per il paziente, con meno disagi e rischi, in tempi brevissimi. 

Come funziona la chirurgia guidata in implantologia?

La chirurgia implantare tradizionale si basa su reperti radiologici bidimensionali e presenta, quindi, dei limiti legati all’impossibilità di valutare con estrema precisione la volumetria del tessuto osseo (in particolare l’altezza nelle diverse regioni anatomiche), il che può causare imprecisioni ed errori operativi, anche gravi.

Con l’implantologia guidata, invece, si ottengono immagini tridimensionali della zona da trattare (anche dell’intera cavità orale), mediante esami radiologici in 3D, grazie all’ausilio di macchinari radiologici di tipo CT, che permettono di ricostruire un modello anatomico tridimensionale, fedele all’anatomia del paziente. 

Il modello anatomico viene poi importato poi nel software 3D specifico, che simula virtualmente il posizionamento degli impianti e che, tramite un percorso guidato, consente di determinare la giusta inclinazione e il parallelismo tra loro. 

A questo punto si realizza il progetto virtuale del paziente, ottenendo una specifica guida chirurgica

7 vantaggi della chirurgia guidata in implantologia

Chirurgia guidata implantologia

  1. Pianificazione chirurgica precisa e accurata.
  2. Approccio minimamente invasivo (riduzione delle incisioni chirurgiche)
  3. Azzeramento del rischio di lesioni (visualizzando nervi, vasi sanguigni e seni mascellari prima dell’intervento è possibile inserire l’impianto a distanza di sicurezza)
  4. Riduzione della durata dell’intervento chirurgico (grazie alla programmazione)
  5. Decorso post-operatorio confortevole (riduzione di sanguinamento e gonfiore, quindi tempi di guarigione brevi)
  6. Riduzione della necessità di procedure di aumento del volume osseo (innesti, rialzo del pavimento del seno mascellare ecc.)
  7. Possibilità di effettuare impianti a carico immediato.

L’implantologia guidata permette quindi di lavorare in modo innovativo, veloce e con ottimi risultati: il corretto posizionamento degli impianti, infatti, permetterà un’idonea distribuzione dei carichi masticatori sui pilastri artificiali, limitando o evitando del tutto, eventuali sovraccarichi e preservando l’affidabilità nel tempo.

 Insomma, la chirurgia guidata determina la riuscita ottimale dell’intervento senza sprechi di tempo e con rischi limitatissimi. 

Quale software per chirurgia guidata scegliere?

Per i tuoi interventi di chirurgia guidata, scegli però un software affidabile e di qualità: noi di Media Lab forniamo soluzioni informatiche per il settore dentale dal 1994, e il nostro software per la chirurgia guidata Implant 3D è esportato in tutto il mondo

Il suo scopo è quello di migliorare il tuo lavoro, pianificando l’intervento implantare attraverso una guida chirurgica affidabile per ogni paziente, che potrai creare in pochi click. 

Infatti, precisione ed affidabilità sono le parole chiave di Implant 3D: scopri di più sul nostro software di simulazione implantare e contattaci per ricevere maggiori informazioni anche sui servizi aggiuntivi. 

Ecco come creare una guida chirurgica con Implant 3D

Abbiamo visto che la chirurgia digitale in odontoiatria rappresenta il futuro di questo settore, ormai davvero all’avanguardia grazie a strumenti tecnologici come il nostro software. Credi che utilizzarlo sia complicato?

Creare una guida chirurgica dentale con Implant 3D è davvero semplicissimo, perché basta rilevare le immagini con macchinari radiologici che permettono di ottenere immagini tridimensionali, importarle nel software, dove determinare inclinazione e parallelismo degli impianti.

Utilizzando il modulo Implant 3D è possibile progettare delle guide per l’esecuzione dell’intervento implanto-protesico in pochi click, semplicemente selezionando il bordo della guida chirurgica e il tipo di boccole da utilizzare. Le funzioni avanzate poi, permettono di aggiungere del testo sulla dima chirurgica, creare fori di ispezione e aggiungere testo per una migliore identificazione della dima stampata.

Una volta pronta la guida viene esportata e stampata in 3D con un’apposita stampante.

Per “familiarizzare” con l’utilizzo del software noi di MediaLab abbiamo anche ideato dei corsi per odontoiatrici e odontotecnici che non hanno esperienza o che vogliono migliorare le loro capacità.

Scegli il corso di implantologia guidata più adatto a te nella nostra Implant 3D Academy e contattaci per avere maggiori informazioni.

,

Articoli correlati