Come creare una guida chirurgica con Implant 3D

4 Marzo 2021
4 Marzo 2021 Stefano Spinelli

Interventi pianificati e di successo? Ecco come creare una guida chirurgia step by step

Sogni di effettuare degli interventi di implantologia con meno invasività per il paziente, estrema sicurezza e snellendo la procedura? Oggi, grazie agli strumenti tecnologici è possibile ottimizzare tempi, costi, migliorare le prestazioni e la soddisfazione dei clienti.

Come?
Grazie all’implantologia guidata che permette di creare una guida chirurgia specifica per ogni intervento. Vediamo quindi cos’è e come funziona di preciso.

Chirurgia guidata in implantologia: cos’è?

Si parla di implantologia guidata o pianificazione implantare, quando ci si avvale di strumenti digitali che consentono di analizzare il caso clinico e pianificare l’intervento.

In pratica, la chirurgia guidata in implantologia, è una tecnica innovativa che sfrutta le potenzialità di un software 3D, in grado di:

  • Analizzare la situazione anatomica del paziente.
  • Pianificare l’intervento creando una guida chirurgica.

Come creare una guida chirurgica in 4 step

La guida chirurgia è il percorso che l’odontoiatra ha elaborato e che deve seguire durante l’intervento. Ecco quali passi eseguire per ottenerla:

  1. Rilevare la situazione anatomica del paziente. È possibile fare una TAC in 3D, grazie all’impiego di macchinari radiologici di tipo CT che permettono di ottenere delle immagini tridimensionali.
  2. Importare le immagini nel software di pianificazione impiantare, che le analizza.
  3. Simulare tramite il software la procedura step by step, determinando la giusta inclinazione e il parallelismo dell’impianto.
  4. Creazione della guida chirurgica (o percorso guidato) chiara e precisa, da seguire durante l’intervento che è studiato e pianificato in ogni minimo dettaglio. La guida viene poi esportata nel formato STL e stampata con una stampante 3D.

I 6 vantaggi della chirurgia guidata

Non sei ancora convinto? Ecco tutti i vantaggi che puoi ottenere una volta che saprai come creare una guida chirurgica:

  1. La guida chirurgicapermette di seguire un percorso giù stabilito.
  2. Riduzione di rischi/errori. Il rischio di lesioni a nervi, vasi sanguigni, seni mascellari e altre strutture delicate, è azzerato, così come quello di sbagliare inclinazione.
  3. Tempi brevi. Conoscere prima la posizione ideale dell’impiantoprima di procedere, consente di inserirlo in appena 10 minuti, anziché in un’ora.
  4. Recupero rapido. La minore invasività consente di non suturare ed eliminare il rischio di gonfiore, dolore e sanguinamento nel paziente.
  5. Ottimizzazione tempi e costi. Per l’odontoiatra, avvalersi della guida chirurgica, significa poter inserire molti di più impianti in minor tempo, con il zero rischio di complicazioni.
  6. Reputazione. Il successo dell’intervento è assicuratograzie alla programmazione, perché eventuali problematiche possono essere preventivate e risolte prima.

Quale software 3D scegliere?

Per iniziare subito a lavorare in modo innovativo, devi assicurati di utilizzare gli strumenti giusti: MediaLab ti propone Implant 3D, il software di simulazione implantare che permette di creare guide chirurgiche in pochi click e con la garanzia della massima sicurezza e precisione. Inoltre, si tratta di un sistema aperto e che è compatibile con le più conosciute sistematiche implantari e con all’interno oltre 150 case implantari.

Credi che utilizzare il nostro software sia complicato? Guarda questo video sulla creazione della guida chirurgia e ti convincerai del contrario!

Scegliendo il nostro prodotto, inoltre, potrai avvalerti anche di servizi aggiuntivi come ad esempio il workflow digitale, per utilizzare diversi strumenti innovativi, come scanner, Cad, stampanti 3D e scanner intraorali.

Cosa aspetti? Chiamaci per una consulenza personalizzata.

,

Articoli correlati