Utilizzando il nostro sito Web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Ulteriori informazioni Accetto

Prodotti #privacyzero

banner


Nuova normativa della Privacy GDPR Regolamento UE 2016/679

Sei Pronto al cambiamento?

Il prossimo 25 maggio entrerà in vigore il Regolamento Europeo sul trattamento dei dati personali che disegnerà, per tutti i paesi europei, un quadro normativo unico.

Il Regolamento Europeo – GDPR – verrà applicato in tutti gli stati europei in modo diretto e senza la necessità di una legge di recepimento, quindi, non ci saranno deroghe!

Cosa cambia?

Gli adempimenti introdotti dal GDPR saranno simili a quelli già previsti dall’attuale normativa e l’elemento di discontinuità è rappresentato dell’approccio che ogni professionista imprenditore dovrà avere nel trattamento dei dati personali.

Il titolare del trattamento non dovrà limitarsi ad adempiere alla normativa in modo formale ma dovrà avere un atteggiamento attivo e responsabile finalizzato a definire un modello organizzativo privacy le cui procedure sono finalizzate a trattare i dati personali nel rispetto della normativa e dell’interessato (cliente, dipendente e fornitore).

Perché adeguarsi?

I soggetti privati e pubblici, che trattano i dati personali, devono adeguarsi al GDPR, al fine di evitare sanzioni amministrative che possono arrivare al 4% del fatturato annuo dell’attività. Adeguarsi al GDPR può rappresentare anche un’occasione per verificare e, nel caso, migliorare i processi aziendali che hanno ad oggetto i dati personali così come avviene quando, volontariamente, si aderisce ad un modello di gestione aziendale (ad esempio ISO 9001). Inoltre, trattare i dati personali nel rispetto della norma può rappresentare un’opportunità per instaurare un rapporto più chiaro e trasparente con i clienti e evitare trattamenti illegittimi che posso danneggiare la reputazione dell’attività professionale.

Come adeguarsi ai nuovi adempimenti?

Il GDPR lascia massima libertà alle aziende e i professionisti nello stabilire come adeguarsi ai nuovi adempimenti. Questa libertà è bilanciata dall’obbligo di documentare le valutazioni e le scelte fatte.

Per aiutarti in questo compito Media Lab propone un servizio di adeguamento al GDPR chiamato #privacyzero

Il servizio è erogato da remoto per mezzo di una piattaforma software dedicata e supportata da esperti privacy di uno Studio Legale.


#privacyzero comprende

PRIMO ANNO

1 – Privacy Assessment

#privacyzero guida l’azienda nella raccolta delle informazioni necessarie per definire l’organizzazione e gli aspetti sensibili ai fini privacy:

- La natura dei dati trattati, l’ambito di applicazione e la finalità del trattamento.
- Gli strumenti informatici utilizzati.
- Responsabilità e ruoli dei soggetti autorizzati al trattamento dei dati.

Al termine della raccolta delle informazioni, il back-office legale fornisce un documento con l’elenco delle non conformità rilevate (Gap Analysis).

2 - Implementazione

Dalla Gap Analysis, #privacyzero elabora il “Piano di adeguamento privacy”, un documento in cui sono evidenziate le azioni da attuare per sanare gli aspetti organizzativi non conformi.    

3 – Predisposizione documentazione privacy.

Sulla base di quanto indicato del “Piano di adeguamento privacy” #privacyzero provvederà a fornire la seguente documentazione:

- Il registro dei trattamenti con la descrizione del modello organizzativo privacy adottato.
- Le lettere di autorizzazione al trattamento dei dati.
- Informative e consenso privacy.


ANNI SUCCESSIVI

 4 – Mantenimento della compliance

#privacyzero aiuta l’azienda a mantenere nel tempo la compliance GDPR mediante un’attività di verifica periodica dell’organizzazione - svolta da remoto con gli strumenti informatici e con la supervisione del back-office legale, finalizzata ad intercettare le variazioni che hanno impatti sulla privacy.

Ordina Ora


Modulo d'ordine per #privacyzero